Tra cultura, sport e gastronomia Bolognese


Bologna, con i suoi 374.561 abitanti, è un’antichissima città universitaria che vanta un centro storico molto ben tenuto, grazie alle politiche di conservazione dei beni culturali attuate il secolo scorso. Importantissima per cultura ed arte ma senza, purtroppo un vero capolavoro di importanza mondiale capace di attirare il turismo di massa.


Le sue origine risalgono addirittura a prima di Cristo, ed è sempre stata un importante centro urbano sotto molte antiche popolazioni che hanno lasciato le loro impronte culturali come le torri medievali, le chiese, i lunghi portici ed il centro storico.

La gotica e imponete basilica di San Petronio (la quinta più grande del mondo) si trova in piazza Maggiore nella quale si può trovare, nella navata sinistra, la meridiana più grande del mondo realizzata nel 1655.
Davanti vi si possono trovare la fontantana di Nettuno, il Palazzo Comunale e il Palazzo del Podestà.

Nella città vi sono molte altre chiese e basiliche come il complesso di Santo Stefano, detto anche “le Sette Chiese” per la sua articolazione di cappelle e chiese collegate da un cortile e da un chiostro.
Questo complesso venne inizialmente edificato su di un tempio pagano in onore della dea egizia Iside.

Anche le torri spiccano nei tratti medievali urbani, anche se a oggi non ne rimangono molte; si stima che nel Medioevo le torri sarebbero state circa 100, delle quali al giorno d’oggi ne rimangono solo 17 tra le quali le torri gentilizie, la Torre Azzoguidi (61 metri di altezza), la Torre Prendiparte (59,5 metri), la Torre degli Asinelli (97,20 metri, la più alta d’Italia) e la Torre della Garisenda (in origine alta 60 metri, ora 48).

Tra le biblioteche spiccano la Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio e la moderna Biblioteca Sala Borsa (inaugurata nel 2001). Mentre la più fornita (oltre 1.300.000 libri) è la Biblioteca Universitaria di Bologna dell’Alma Mater Studiorum nell’Università di Bologna, considerata la più antica università del mondo occidentale.

Il sistema museale a Bologna è molto espanso e attivo grazie ai 43 musei, maggiormente Comunali e Universitari. L’università detiene un gran numero di musei e biblioteche, anche religiosi, che come numero si avvicina a quello delle facoltà.

Di teatri invece si può dire che la loro diffusione nella città si abbe all’incirca nel 1500 con l’apertura del Teatro della Sala; tra gli altri emergono l’Arena del Sole, il Teatro delle Celebrazioni, l’Accademia Filarmonica, il Teatro delle Moline e molti altri.

Tra i sapori della gastronomia Bolognese (ed emiliana in generale) vanno risaltati i tortellini, la mortadella, il ragù e le lasagne. Queste ricette sono state per anni depositate dall’Accademia Italiana della Cucina e dall’associazione Confraternita del Tortellino presso la Camera di Commercio di Bologna.

A bologna vi è anche un Aeroporto e stazioni ferroviarie ( 5 per la precisione) che affiancate alle autostrade ed ai raccordi urbanistici permettono una grande mobilità e possibilità di raggiungere la città da tutta Italia.

Nel panorama sportivo bolognese spicca la Ducati, fondata nel 1926 a Borgo Panigale, che nell’immediato dopoguerra, ha iniziato la produzione di motoveicoli conquistando un invidiabile serie di vittorie nel campionato Superbike e diventando protagonista del Campionato del Mondo della classe MotoGP con Casey Stoner.

Insomma Bologna è una città che merita di essere visitata in ogni suo aspetto, che sia esso architettonico, gastronomico o sociale.

Post correlati

  • Nessuno

Sottoscrivi RSS dei commenti

Non ci sono commenti per questo post

Perfavore, scrivi qualcosa per rilasciare il commento

* Campi obbligatori

Privacy Policy - Racconti di viaggi dal mondo