Cortina d’Ampezzo


Il comune di Cortina d’Ampezzo si trova in Italia, nella regione del Veneto, e fa parte della provincia di Belluno. In particolar modo, Cortina fa parte della “Ladinia“, la regione dolomitica dove si parla la lingua Ladina.

La sua posizione, circondata in tutte e 4 le direzioni dalle Dolomiti, fa sì che Cortina sia una cornice unica; la vetta più alta è senza dubbio la “Tofana di Mezzo”, alta più di 3244 metri. La presenza delle Dolomiti, favorisce la presenza di ruscelli, torrenti e anche di laghi, inoltre c’è il fiume Boite, che poi termina il suo corso nel Piave.

Cortina si può raggiungere grazie alle due strade statali, la SS 48 e la SS 51. Arrivare in aereo a Cortina può risultare scomodo, infatti l’aeroporto più vicino in Italia è quello di Venezia, a ben 160 km circa da Cortina; inoltre dall’Austria, si può atterrare all’aeroporto di Innsbruck che dista poco meno di 160 km. Per chi desidera arrivare in treno, può terminare la sua corsa alla Stazione S. Lucia di Venezia, per poi prendere un autobus per Cortina.

Trovandoci in Italia, l’Euro è la moneta ufficiale che possiamo usare a Cortina d’Ampezzo, le lingue che possiamo parlare, oltre l’Italiano, sono il “dialetto” Ladino e, il particolare dialetto ampezzano che proviene proprio dal Ladino.

Cortina negli anni del 1800, fece parte del Regno Asburgico, diventando luogo di villeggiatura dei reali d’Austria.
Nel dopoguerra del primo conflitto Mondiale, Cortina fu annessa alla provincia di Trento col nome di Ampezzo, successivamente, con l’avvento del fascismo, fu aggregata alla provincia di Belluno.

Cortina ospitò le Olimpiadi Invernali del 1956, diventando così importante nel panorama degli sport invernali a livello mondiale. Sotto la spinta delle Olimpiadi, vennero costruiti case, alberghi e piste per sciare, che portarono a Cortina tantissimi turisti. Ma non solo sci, infatti a Cortina, in periodo invernale, vengono tantissime autorità e personaggi di livello internazionale, che conferiscono a questa cittadina sulle Dolomiti una notevole importanza.

Infatti da molti anni ad oggi, Cortina basa la sua economia sul turismo: le tantissime piste, ottime per ogni tipo di sport invernale, consentono a tutti gli amanti dello sci di fondo, dello sci alpino, dello snowboard, e di altri sport, di poter divertirsi o imparare le discipline invernali. Molte piste hanno fatto parte di Campionati Mondiali di Sci Alpino, quindi potrete sciare sulla neve “usata” dai grandi dello Sci Alpino.

La cucina di Cortina, pur essendo di fatto una cittadina Italiana, subisce molto l’influenza austro-ungarica. Per esempio, un piatto tipico sono i chenedi, polpette ripiene di spinaci, spek e formaggio, avvolti da pan grattato e serviti in un brodo caldo; anche il gulash è un piatto che facilmente si potrà trovare a Cortina, infatti il tipico piatto Ungherese, ossia una zuppa di carne, fa parte dei piatti tradizionali di Cortina. I pestariei, composti dall’impasto di farina bianca, cotto nel latte bollente salato, sono un tipico piatto ampezzano; la apfelstrudel, una torta di mele, è uno dei dolci più conosciuti della cultura culinaria di Cortina d’Ampezzo.

Le piccole strade offrono numerose opportunità di divertimento, fra i ristoranti dove poter gustare le specialità locali, i pub e le discoteche per i più giovani, i negozi per gli amanti dello shopping, rendono Cortina d’Ampezzo una città completa, per tutti i gusti.

Foto di taver (http://www.flickr.com/photos/taver/)

Post correlati

Sottoscrivi RSS dei commenti

Non ci sono commenti per questo post

Perfavore, scrivi qualcosa per rilasciare il commento

* Campi obbligatori

Privacy Policy - Racconti di viaggi dal mondo