Nell’arcipelago del Quarnero ecco cosa c’è da visitare nell’isola di Cres


Ieri ho parlato dell’isola di Cres in generale, vi ho elencato in cosa consiste la bellezza di quest’isola, oggi  voglio proporvi un interessante itinerario da visitare durante una vostra vacanza in questi posti fantastici.

Tra le cose più caratteristiche da vedere sicuramente ci sono i resti delle antiche mura con una torre cilindrica,ora sede di uno splendido pub aperto tutte le sere durante il periodo estivo.

Delle mura facevano anche parte tre porte; porta Marcella a Nord, porta Bragadina a Sud e i resti di porta S. Michele. Fino al tramonto di Venezia, la città visse entro le mura, fuori delle quali sorsero due conventi. Le mura furono abbattute nell’Ottocento ma ancora oggi si possono visitare ancora resti presenti all’interno della piccola località.

Tra le chiese più importanti bisogna citare, la chiesa parrocchiale della Madonna della Neve, con campanile seprato del XVIII secolo, si tratta di un monumento a tre navate con elementi gotici e rinascimentali. Vi si custodisce una collezione di quadri di antichi maestri, fra cui un politico  Alvise Vivarini.

Poi troviamo la chiesa di S.Isidoro patrono della città,  sorge dietro a palazzo Petris;  romanica, con facciata gotica è la più antica della città. Il gotico Palazzo Petris, ospita il museo civico; un imponente collezione di anfore antiche, il lapidario,icone medievali, collezioni di etnografica e numismatica. In questo palazzo nel 1529, nacque il grande filosofo Patrizi Ptritius.

Cres vanta anche un convento francescano con due chiostri: l’esterno rinascimentale, cimitero i illustri chersini, e l’interno più antico con il primo stemma comunale scolpito sulla vera della cisterna. Le bellezze di quest’isola sono davvero tante ed è un vero peccato farsele scappare.

Post correlati

Sottoscrivi RSS dei commenti

Non ci sono commenti per questo post

Perfavore, scrivi qualcosa per rilasciare il commento

* Campi obbligatori

Privacy Policy - Racconti di viaggi dal mondo