Opatija


La città di Opatija, Abbazia in Italiano, si trova in Croazia, in Istria sul golfo del Quarnaro, ai piedi del Monte Ucka (Monte Maggiore).
Il nome risale dall’Abbazia Benedettina di San Giacomo, eretta intorno al 1400 nei dintorni di Opatija; da il nome alla “Riviera di Opatija”, la località turistica più importante e antica della Croazia.

Per arrivare a Opatija, è possibile usufruire dei voli che atterrano all’Aeroporto Internazionale di Pola, che dista meno di 100 km da Opatija. Per poi raggiungere la cittadina sulla riviera è possibile usare dei bus che fanno da collegamento con le maggiori destinazioni dell’Istria.
Inoltre sia i treni che i traghetti collegano l’Italia alla Croazia, quindi ci sono molteplici modi per raggiungere questa zona.

Il clima è mediterraneo, mite tutto l’anno con punte di caldo ad agosto vicine ai 30 gradi e d’inverno temperature basse ma non rigide.

L’attrazione principale è il mare: le belle spiagge, in ghiaia o con rocce, accolgono tantissimi turisti nel periodo che va da maggio a settembre, grazie al clima sempre favorevole.
Negli ultimi anni sulla costa sono stati aperti molti stabilimenti balneari, sulle spiagge in ghiaia, come quella di Moscenicka Draga, o quelle più “artificiali”, con le terrazze artificiali costruite a ridosso del mare.

Durante la mattina, per chi ama visitare luoghi interessanti, consigliamo le visite all'”Abbazia di San Giacomo”, costruita nel 1420 e dove tutt’ora si può ascoltare la messa e pregare, mentre d’estate spesso è sede di alcuni concerti di musica classica.
Molto bello anche l'”Albergo Quarnero”, il primo vero albergo della zona Adriatica, il primo della Croazia che aveva la reale funzione di ospitare turisti, costruito intorno al 1885; tutt’ora molte fiere e congressi vengono tenuti qui.

Per chi ama le feste tradizionali, consigliamo la visita a Opatija nel periodo di Carnevale, il 25 Luglio, per la festa del Patrono della cittadina, San Giacomo e ad Ottobre, quando vengono istituite le “Giornate della Castagna”, detta “Marunada.”

La gastronomia dell’Istria, si basa sulla pesca: pesce fresco, e in special modo i gamberi, sono alla base di molte pietanze; inoltre in alcune zone di Opatija potrete trovare primi piatti a base di sughi di carne, o secondi come il carpaccio di manzo.

E dopo aver gustato i piatti tipici croati, possiamo spostarci nelle strade limitrofe alla costa, dove bar all’aperto e discoteche anche sulla spiaggia, ci offrono musica e divertimento fino a tarda notte.
Per chi ama rilassarsi, consigliamo una bella passeggiata sul lungomare che di sera viene illuminato regalando un panorama straordinario.
Bellissima la statua che si trova proprio sul lungomare, “La ragazza con il gabbiano”, una statua eretta nel 1956, creata dall’artista croato Zvonko Car.
E’ una delle immagine simbolo di Opatija, spesso viene usata anche nelle cartoline e ormai fa parte del panorama del lungomare di Opatija.

Inoltre a Opatija sono presenti alcune manifestazioni di livello europeo, come la “Settimana del Bridge” o il “Liburnia Jazz Festival” e durante l’estate  vengono organizzati frequentemente concerti e delle mostre, aperte anche la sera.

Post correlati

Sottoscrivi RSS dei commenti

Non ci sono commenti per questo post

Perfavore, scrivi qualcosa per rilasciare il commento

* Campi obbligatori

Privacy Policy - Racconti di viaggi dal mondo