Viaggio tra archeologia e arte alla scoperta della Tunisia



Pensando alla Tunisia sprazzi di storia tornano alla mente, le guerre puniche, Annibale e cosi via un’aurea mistica si ritrova in questi paesaggi, decorazioni color sabbia del deserto, mare blu intenso, mare diventato nostrum dopo varie lotte con una città ricca di arte islamica.

Un posto sicuramente da visitare è Cartagine, di essa rimangono poche rovine,  circa una decina di siti archeologici sparsi in circa 2 km, che riescono a dare un’idea dell’autentico splendore di un tempo.

La partenza per ammirare questi resti è la collina di Byrsa, dove si possono ammirare resti di abitazioni di un tempo, da notare il museo di Cartagine presente sempre sulla collina, al suo interno si possono osservare reperti punici di valore inestimabile e una collezione di statue romane.

Per chi desidera visitare zone archeologiche, consiglio Tophet si tratta del più antico luogo di culto cartaginese. Un tempo in questo posto si compivano sacrifici umani, ogni singola stele che compone questo cimitero per 200 metri rappresenta un bambino sacrificato. Infine, merita una visita, l’anfiteatro, il più grande di tutta l’Africa imperiale e il parco delle ville Romane, con le terme di Antonino che ancora oggi stupiscono i turisti per la loro maestosità.

Spostiamoci verso Tunisi, dove si trova il Palazzo del Bardo, si tratta di una costruzione molto antica, rappresenta il museo più importante della Tunisia grazie alle collezioni presenti che fanno parte di tutto il bacino Mediterraneo. Qui troverete di tutto da resti della preistoria fino al periodo punico fino all’epoca romanica.

I pezzi più importanti sono sicuramente le statue romane ritrovate a Bulla Regia, gli stupendi mosaici romani, i reperti sottomarini scoperti a Mahdia e un’infinita di gioielli di bronzo, oggetti in rame e strumenti musicali provenienti dall’Italia.

Post correlati

Sottoscrivi RSS dei commenti

Non ci sono commenti per questo post

Perfavore, scrivi qualcosa per rilasciare il commento

* Campi obbligatori

Privacy Policy - Racconti di viaggi dal mondo