Baleari


L’Arcipelago delle Isole Baleari si trova nel Mar Mediterraneo, vicino alla costa Valenciana, ma anche vicino il Nord Africa.  Le Baleari fanno parte della Comunità Autonoma delle Isole Baleari, il capoluogo è Palma di Maiorca, la città più abitata.

Le isole principali sono 4: Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera; possiamo dire che le vere isole Baleari sarebbero Maiorca e Minorca, in quanto Formentera e Ibiza apparterrebbero alle Isole Pitiuse, che vengono però considerate anch’esse facenti parte delle Isole Baleari.

Le Isole delle Baleari sono note per il loro clima tipicamente mediterraneo, ciò permette di poterle visitare durante tutto l’anno, accompagnati dalla brezza della Tramontana che soffia su questo arcipelago.

E’ possibile raggiungere le isole grazie ai 3 aeroporti che vi sono, come l’Aeroporto di Palma di Mallorca “Son Sant
Joan”, l’Aeroporto di Minorca “Maó” e l’Aeroporto Sant Jordi di Ibiza. Inoltre è possibile arrivare via mare , ma dall’Italia bisogna fare obbligatoriamente scalo a Barcellona o a Valencia. Ma si può anche arrivare con auto e treno, arrivando a Barcellona e poi prendendo un traghetto.

Nelle Isole ci si può muovere grazie alle linee di bus che percorrono le Isole, nelle isole più piccole si può anche noleggiare biciclette. Fra un’isola e l’altra è consigliato spostarsi con i traghetti, in quanto i trasporti aerei locali sono molto costosi.

Ci sono ben 2 lingue ufficialmente riconosciute e parlate dai cittadini delle Baleari, il Castigliano (il vero e proprio spagnolo) e il Catalano.

Nella storia delle Isole Baleari, ci sono state molte invasioni straniere, fra cui i romani e gli arabi, che hanno lasciato influenze diverse, diversi stili che possiamo ritrovare nelle Chiese, per esempio. Infatti la Cattedrale gotica “La Seu” e la vecchia capitale medievale di Alcudia, sono solo alcuni esempi di queste influenze diverse.

A Maiorca, la città preferita dagli artisti, i siti di maggiore interesse sono senza dubbio Alcudìa, come abbiamo già detto la Capitale Medievale, e Deià, una vera e propria comunità che accoglieva gli artisti vari, fra cui numerosi scrittori e musicisti.  E’ possibile osservare le “Coves del Drac”, la grotta del drago, dove sono presenti stalagmiti e stalattiti di origine calcare e il meraviglioso lago sotterraneo, il più grande al mondo.

Minorca, l’isola forse meno conosciuta dalla massa dei turisti, è stata dichiarata Riserva della Biosfera dall’Unesco; la sua natura quasi incontaminata permette a molti ecosistemi, unici al mondo, di convivere. Inoltre è possibile visitare molti siti archeologici.

Palma di Maiorca raccoglie quasi la metà degli abitanti della sua isola, famosa per la sua vita notturna, è caratterizzata dai bellissimi viali alberati, dove possiamo trovare antichi quartieri con chiese gotiche, come la stupenda cattedrale gotica di La Seu, costruita fra il 1200 e il 1600, dove possiamo trovare la scultura in ferro del Gaudì.

Ibiza è senza alcun dubbio la capitale dei nottambuli: in estate diventa metà di migliaia e migliaia di giovani in cerca di divertimento, discoteche e pub. La vita si svolge principalmente di sera, quando è anche possibile fare shopping: i negozi infatti, restano aperti fino a tarda sera.

Da non perdere il mare: le spiagge bianche e le coste frastagliate delle Isole Baleari sono fantastiche.

Si consiglia di provare la cucina delle Baleari: da assaggiare i piatti locali, come la zuppa di aragoste (caldereta de langosta) e “la greixonera de brossat” (torta di formaggio fresco).

Post correlati

Sottoscrivi RSS dei commenti

Non ci sono commenti per questo post

Perfavore, scrivi qualcosa per rilasciare il commento

* Campi obbligatori

Privacy Policy - Racconti di viaggi dal mondo